Articolo taggato “danza”

Esternalizzazione dei servizi, precarizzazione del lavoro. Quante volte abbiamo visto questa ricetta spacciarsi per soluzione ai problemi delle finanze pubbliche. . Una falsa soluzione che non comporta risparmi, arricchisce i privati, crea nuovi caporali travestiti da manager e si legittima con i comportamenti scorretti dei dipendenti “fannulloni” che verrebbero finalmente puniti. Così però l’arbitrio e il dispotismo dei dirigenti cresce; e crescono, insieme a esso, le reti di clientele e favoritismi, di piccoli privilegi e ruberie, create per mantenere consenso e sedare il dissenso. A detrimento dei diritti di tutti. 
Questo processo adesso sta investendo anche i lavoratori delle fondazioni Lirico-Sinfoniche, come dimostrato esemplarmente dal caso di Verona, di cui abbiamo parlato spesso. Cantanti, ballerini, sarti, truccatori, macchinisti dai teatri di tutta Italia a rischio licenziamento per essere eventualmenti riassunti a condizioni peggiorative. Da qualche mese, nel totale abbandono da parte dei sindacati confederali, molti di loro si sono organizzati costituendo un Comitato Nazionale e si sono organizzati per reagire e far sentire la loro voce. 
Lunedì scorso erano sotto Montecitorio, per il loro primo presidio nazionale a Roma. E noi eravamo con loro, a sostenerli insieme a una delegazione di ex-lavoratrici Almaviva e ai compagni del movimento di lotta per la casa. Nel farlo non abbiamo avuto il minimo dubbio. Perché ci sono tanti modi di calpestare la dignità di chi lavora: lo si può trattare come una bestia da soma e fargli spezzare la schiena per uno stipendio misero; lo si può tenere sotto il ricatto permanente della scadenza di un contratto; lo si può usare come capro espiatorio per i problemi strutturali di un sistema malfunzionante. Lo si può anche svilire nelle sue passioni, nella sua arte, nelle sue competenze così faticosamente acquisite. 
Noi questa tendenza la vogliamo invertire a tutti i costi. Crediamo sia nel cervello, nella nei muscoli, nel cuore e nelle corde vocali di tutti i lavoratori e le lavoratrici il patrimonio più grande di questo paese. Un patrimonio che la logica del profitto non è in grado di valorizzare. Allora bisogna trovare un’altra logica, e non lo si può fare che con la lotta. Per questo… continua a leggere qui

Comments Nessun commento »

Beni culturali: consulta spettacolo approva  ripartizione FUS 2014

(ASCA) – Roma, 31 gen 2014 – Il ministro dei Beni e delle Attivita’ Culturali e del Turismo, Massimo Bray, ha presieduto oggi la Consulta dello Spettacolo, massimo organo consultivo del ministero in materia, proponendo la ripartizione per l’anno in corso delle risorse del Fondo Unico per lo Spettacolo, innalzate a 406 milioni di euro dal Decreto Valore Cultura dall’ammontare inizialmente previsto di 380 milioni. La Consulta ha approvato all’unanimita’ la proposta di ripartizione del FUS per il 2014 cosi’ articolata: fondazioni liriche 46%, pari a 186.865.000 euro; musica 13,9%, pari a 56.465.000 euro; danza 2,6%, pari a 10.562.000 euro; prosa 15,83%, pari a 64.306.000 euro; attivita’ circensi 1,3%, pari a 5.281.000 euro; cinema 20,2%, pari a 82.060.000 euro. com-njb

31 Gennaio 2014 – 19:51

Comments Nessun commento »

 “La Carica dei 100&1”  

Manifestazione in Musica  delle Fondazioni musicali italiane

in favore della   Cultura  e contro le leggi e i decreti che la mortificano.

 PROGRAMMA

Lunedi 28 maggio c.m. , si terrà la manifestazione unitaria dei lavoratori delle Fondazioni Lirico Sinfoniche  con il sostegno di CGIL CISL UIL FIALS , con un concentramento in Piazza SS Apostoli (vicino a Piazza Venezia ) a partire dalle

ore 14.00. 

Nell’occasione gli Artisti delle Fondazioni offriranno alla cittadinanza   un spettacolo di carattere musicale e  danzato distribuito in vari momenti  (non consecutivi) .

I brani* che verranno eseguiti sono : 

G.Verdi – Nabucco : “Va Pensiero    

W.A.Mozart  –Requiem : “Dies Irae

 G.F.Haendel- Messiah : “Hallelujah

 L.van Beethoven- Sinfonia n.9 , IV movimento “An die Freude”  , iniziando da batt.517. Taglio da batt. 763 a  843. Da 844 vive fino alla fine .

P.I. Tchaikovsky:  estratto dal Lago dei Cigni (con  il Balletto dell’Opera di Roma)

G.Mameli : Inno (eventuale)

 Sono assolutamente accette iniziative da parte delle Compagnie di Danza, oltre a quella già pianificata dell’Opera di Roma,  purchè di natura compatibile  con lo spazio  a nostra disposizione

In seguito si attuerà un presidio  in via del Collegio Romano, sede del Ministero  dei Beni  e  Attività   Culturali,  con la finalità che venga ricevuta dal Ministro una delegazione   mista tra lavoratori e Sindacati

Il Corteo Potrà stazionare nelle zone suddette fino e non oltre le  h 19,00.

Comments Nessun commento »

Ballerini Verdi Trieste (continua…)

Comments Nessun commento »

Roma. C’ erano anche loro alla manifestazione di protesta contro i tagli alla cultura indetta dai sindacati , in piazza Navona, dalle ore 14,00. (continua…)

Comments Nessun commento »